Laetitia Guarino visita il progetto di salute materno-infantile in Laos.
Laetitia Guarino visita il progetto di salute materno-infantile in Laos.

«La Croce Rossa fa un lavoro straordinario in Laos», esordisce Laetitia Guarino, medico ed ex Miss Svizzera. Ma da questa esperienza ha appreso che non tutti i parti finiscono bene, e che sono ancora molti i neonati e le madri che non ce la fanno.

«È una situazione ingiusta, al giorno d’oggi dovremmo avere tutti accesso a un centro sanitario.»

Per questo trova sia importante dare il proprio contributo e far conoscere queste attività al pubblico. Parlando del lavoro della CRS, l’ex Miss Svizzera conclude: «È incredibile che la Croce Rossa si spinga in queste zone dimenticate per migliorare le condizioni di vita degli abitanti. Semplicemente fantastico».

Volete anche voi fare del bene?

Laetitia Guarino racconta perché si impegna a favore dei progetti sanitari della CRS in tutto il mondo.

Leggere il testo dell'intervista

Cosa ti ha spinta a fare del bene?
Credo che la motivazione provenga da mio padre. Sin da quando eravamo bambini, ha sensibilizzato me e i miei fratelli alla causa umanitaria. Ogni Natale facevamo doni a delle associazioni. Per me è stato naturale proseguire su questa strada.

Perché hai deciso di impegnarti insieme alla Croce Rossa Svizzera (CRS)?
È assurdo che nel 2019 ci sia ancora un ampio divario tra ricchi e poveri, tra chi, come noi, può usufruire di un ottimo sistema sanitario e chi non dispone di alcun tipo di assistenza. Queste disparità mi toccano profondamente, e sono felice di poter fare qualcosa per appianarle.

In cosa consiste il tuo impegno presso la CRS?
Mi impegno a favore dei programmi sanitari della CRS. Essendo da poco medico, trovo importante partecipare a queste attività che trovo a dir poco eccezionali. Lo scorso novembre ho avuto la possibilità di andare in Laos e vedere con i miei occhi le attività degne di lode avviate in questo Paese. Sono molto contenta del mio ruolo di ambasciatrice.

Qual è l’aspetto delle attività della CRS in Laos ti ha colpito?
Ho potuto assistere a molte attività e programmi: mi vengono in mente quelli relativi alle vaccinazioni o rivolti alle donne tenuti in villaggi isolati. Qui le donne partoriscono in casa, in condizioni estremamente precarie. Molte di loro muoiono. Tutto ciò non può succedere ancora nel 2019. Mi mancavano le parole di fronte a tutte quelle donne che vivono in zone così remote: a volte, per raggiungerle, dovevamo avventurarci per ore a bordo di una jeep. È incredibile che la Croce Rossa si spinga in queste zone dimenticate per migliorare le condizioni di vita degli abitanti. Semplicemente fantastico.

Diventate volontari anche voi – Vi aspettiamo!

Altri ambiti che potrebbero interessarvi

Insieme ci impegniamo a favore dei più vulnerabili.

Insieme ci adoperiamo per una Svizzera più solidale.

Joun Chamas, volontario della Croce Rossa Gioventù

Volete aiutare i più bisognosi con una donazione?

Volete anche voi regalare un sorriso ogni giorno?