«Grazie alla Croce Rossa i miei bambini sono stati bene accuditi quando ne ho avuto bisogno». Fra la lunga malattia del marito e le figlie, Heidi Gysi aveva esaurito i giorni di congedo dal lavoro:

«Avevamo urgentemente bisogno di qualcuno che si occupasse di Linda e Sophia»,

racconta. Il servizio di custodia di bambini a domicilio è stata la loro ancora di salvezza. Per questo Heidi Gysi è fan della Croce Rossa: «In un momento in cui io e mio marito non ce la facevamo più ad andare avanti da soli, le assistenti del servizio di custodia sono venute subito a casa nostra per occuparsi delle bimbe».

Nell’intervista Heidi Gysi racconta la sua esperienza con il servizio di custodia di bambini a domicilio della Croce Rossa.

Leggere il testo dell’intervista.

“Heidi Gysi, fan del servizio di custodia di bambini a domicilio della Croce Rossa Grazie alla Croce Rossa i miei bambini sono bene accuditi in caso di emergenza.”

Come mai non è più riuscita ad accudire le sue figlie da sola?

Io e mio marito lavoriamo all’80 per cento. Le nostre figlie vanno alla scuola dell’infanzia tre giorni a settimana e stanno insieme a noi gli altri due giorni. Nell’autunno del 2014 mio marito ha iniziato ad avere dei problemi di salute. A causa del suo stato fisico e dei numerosi appuntamenti medici non poteva più badare alle bambine, per questo ci siamo rivolti al servizio di custodia della Croce Rossa.

Come è venuta a conoscenza del servizio di custodia di bambini a domicilio?

Mio suocero ne aveva sentito parlare per caso. È stato lui a dirmi che la Croce Rossa offriva una prestazione di questo tipo. Ho subito pensato che fosse una buona idea.

Come è entrata in contatto con la Croce Rossa?

Ho telefonato alla segreteria per chiedere informazioni sul servizio. Mi hanno risposto con molta gentilezza, dandomi tutte le indicazioni di cui avevo bisogno. Il giorno dopo l’assistente era a casa nostra, proprio come avevo richiesto.

Qual è la sua esperienza con l’offerta di custodia di bambini della Croce Rossa?

Ho avuto un’ottima esperienza e consiglio a tutti senza il minimo dubbio di avvalersi di questa prestazione, soprattutto a coloro che necessitano rapidamente di una persona che badi ai loro figli per un periodo di tempo breve o prolungato. Sia nel caso in cui sia il genitore stesso ad ammalarsi o un’altra la persona che si occupa dei bambini, come ad esempio i nonni, oppure nel caso in cui il bambino si ammali e non possa andare a scuola. Secondo me è molto positivo anche il fatto che le tariffe varino a seconda del reddito e che abbiano quindi un prezzo corretto per tutti.

Ha un ricordo particolare legato al servizio di custodia di bambini della Croce Rossa?

In quanto genitori all’inizio è normale preoccuparsi. Non si sa quale sarà la reazione dei figli con una persona nuova che si occupa di loro. Per me e mio marito è stato bello vedere come la nostra figlia maggiore si sia subito affezionata all’assistente che veniva da noi. Un altro grande vantaggio è che le assistenti vengono a casa evitando così che i bambini debbano adattarsi una persona nuova e a un posto nuovo allo stesso tempo.

Altri ambiti che potrebbero interessarvi

Collaboratrice sanitaria CRS in sostegno ai familiari curanti

Telesoccorso Croce Rossa: sicuri in casa propria

Sostegno ai familiari curanti

Badare ai bambini in tutta sicurezza grazie al corso CRS di babysitting

Quando sembra di non farcela più – Custodia di bambini a domicilio