«Grazie alla Croce Rossa possiamo curare nostra madre a casa».

Anne-Claude Vonlanthen e Isabelle Pratillo, familiari curanti
Anne-Claude Vonlanthen e Isabelle Pratillo, familiari curanti

Le sorelle Anne-Claude Vonlanthen e Isabelle Pratillo curano da anni la madre malata, Marlyse Vonlanthen, che vive ancora a casa sua. Assistere un parente è un compito impegnativo che può spesso esaurire le energie. Yvette Dousse, collaboratrice sanitaria dell’associazione cantonale CRS di Friburgo, si occupa due volte a settimana di Marlyse, portandola a fare delle passeggiate in sedia a rotelle oppure leggendo il giornale insieme a lei. Come Marlyse Vonlanthen, in Svizzera 250 000 persone ricevono assistenza a domicilio. La CRS e le sue associazioni cantonali offrono sostegno ai familiari curanti, per aiutarli ad affrontare il quotidiano in tutta sicurezza.

Siete in cerca di un aiuto per voi o per i vostri parenti? Cliccate qui per le prestazioni della Croce Rossa!

Scoprite come la Croce Rossa aiuta Anne-Claude Vonlanthen e Isabelle Pratillo a prendersi cura della loro madre e quanto sia importante per loro potersi prendere una pausa ogni tanto per recuperare le energie.

Leggere il testo dell'intervista

Qual è la vostra esperienza con questo servizio offerto dalla Croce Rossa?

Per noi è un’ottima esperienza perché permette a nostra madre di vedere qualcun altro, di uscire con qualcun altro, di parlare di altre cose di cui magari non ha voglia di parlare con noi o di spiegarci. Direi che per noi Yvette è come una sorella. Le possiamo affidare nostra madre in tutta tranquillità.

Potreste raccontarci qualche esempio concreto delle vostre esperienze con la collaboratrice sanitaria della Croce Rossa?

A volte mi capita di incontrare Yvette con mia mamma. È sempre di buon umore. È una signora che scherza sempre, sorridente, che parla a voce alta. Trovo che sia formidabile, è un po’ come un raggio di sole. È bello vederle insieme. Discutono tra di loro, si comprano i biglietti della lotteria. Hanno un sogno: andare insieme in Camerun.

Quanto è importante per voi questo servizio di sostegno della Croce Rossa?

Per noi è importante perché ci permette di fare altre cose mentre c’è Yvette, ovvero andare a lavorare, andare via tranquille sapendo che nostra madre è in buone mani e che Yvette farà quello che le abbiamo chiesto. Farla uscire, darle uno spuntino, cambiarla. Yvette è come una sorella, ormai fa parte della nostra famiglia. Nostra mamma le vuole tanto bene. Per noi questo servizio è davvero importante!

Lo consigliereste ai vostri conoscenti?

Sì, certo. È la prima cosa che consigliamo quando incontriamo qualcuno che necessita di aiuto o anziani che abitano nel quartiere. Diciamo loro di chiamare per richiedere i servizi di sostegno alle famiglie, domandare che qualcuno della Croce Rossa vada a casa loro per aiutarli a cucinare, a fare una passeggiata, ad andare dal medico. È davvero una prestazione da consigliare a tutti, o perlomeno a tutte le persone anziane o in difficoltà. Per fortuna che esiste l’associazione cantonale della Croce Rossa. Ciò permette alla gente di rimanere a casa propria e ricevere l’aiuto di cui hanno bisogno.

Altri ambiti che potrebbero interessarvi

State riflettendo sulla vostra eredità?

Avete voglia di realizzare un'idea insieme ai vostri amici?

Avete voglia di partecipare ad attività divertenti nel tempo libero?

Insieme ci adoperiamo per una Svizzera più solidale.

Telesoccorso Croce Rossa: sicuri in casa propria

Salvare una vita donando le cellule staminali del sangue

Insieme ci adoperiamo per una Svizzera più solidale.

Siete interessati a un partenariato economico?

Insieme ci adoperiamo per una Svizzera più solidale.

Badare ai bambini in tutta sicurezza grazie al corso CRS di babysitting

Insieme ci adoperiamo per una Svizzera più solidale.

Insieme ci adoperiamo per una Svizzera più solidale.

Insieme ci adoperiamo per una Svizzera più solidale.

Volete aiutare i più bisognosi con una donazione?

Collaboratrice sanitaria CRS in sostegno ai familiari curanti

Servizio di custodia di bambini a domicilio, un sostegno per le famiglie

Desiderate anche voi donare il sangue?